Strumenti personali

« padovanet.it   Tu sei qui: Home Notizie dall'associazione... ISTITUTO DI CULTURA ITALO TEDESCO Incontri 2013: anno del bicentenario della nascita di Giuseppe Verdi e Richard Wagner.
Dall'associazione...
 

2013: anno del bicentenario della nascita di Giuseppe Verdi e Richard Wagner.

Due identita’ a confronto

Relatrice: Prof.ssa Marisa Franceschi

Quest’anno in tutto il mondo si celebra l’anniversario del bicentenario della nascita dei due re del melodramma: Giuseppe Verdi e Richard Wagner, entrambi nati nel 1813, con conferenze, dibattiti e soprattutto con rappresentazioni teatrali.  I maggiori teatri sia italiani che stranieri dedicano infatti la programmazione operistica proprio ai due compositori, come nel caso del teatro alla Scala di Milano che ha inaugurato la stagione omaggiando per primo il compositore tedesco, con la rappresentazione del Lohengrin.

Anche l’Istituto Italo-Tedesco di Padova intende celebrare questa ricorrenza, proponendo due incontri dedicati appunto ai due musicisti, durante i quali verranno proposti ed analizzati i brani musicali più significativi tratti dalle loro opere , accompagnati dalla esposizione di immagini inerenti la vita e la loro produzione artistica. Relatrice sarà la prof.ssa Marisa Franceschi, che già l’anno scorso tenne una conferenza sul Simbolismo.

Sia Verdi che Wagner, in linea con le aspirazioni del movimento romantico, sentirono l’esigenza di rinnovare il mondo del melodramma, nei suoi vari aspetti: formale, scenico, strumentale.

Nati entrambi nel 1813, ciascuno restò artefice di un universo stilistico proprio e riconoscibile, Wagner obbedendo alle indicazioni di un suo “programma artistico” ben preciso che intendeva l’opera come “Gesamtkunstwerk” in cui musica, poesia e scena hanno pari importanza nella costituzione di un’espressione d’arte integrale e  Verdi, il “contadino” come amava definirsi, che pur possedeva nella sua Villa Sant’Agata una biblioteca di tutto rispetto, concentrando i suoi sforzi nella ricerca della “parola scenica” che poteva esprimere molto più di un intero discorso.

Entrambi i compositori hanno contribuito all’evoluzione del melodramma, nel caso di Wagner attuando una vera e propria riforma, in quello di Verdi rispondendo agli ideali di libertà risorgimentali, divenendo il simbolo dell’identità italiana.   Proprio in questo senso va maggiormente apprezzata la loro opera che fu comunque, al di là di ogni programma o intendimento, caratterizzata e sostenuta dal genio musicale che ha reso indimenticabili i loro capolavori.

05/03/2013

ore 17.00, in sede

Libero

Tel. 049 66 34 24 - Tel. e Fax 049 66 32 32

e-mail: info@icit.it - www.icit.it