Strumenti personali

Dall'associazione...
 

Cinema

Film "Esther che suonava la fisarmonica nell’orchestra di Auschwitz" (44 min. lingua tedesca con sott. in italiano) Elena Valsania e Antonella Romeo

Esther Béjarano, che ha appena compiuto 90 anni, è una musicista e cantante tedesca di origine ebraica, che da ragazza è stata deportata prima ad Auschwitz e poi a Ravensbrück. Soprattutto la musica l’ha salvata e l’ha accompagnata per tutta l’esistenza. Dopo la Liberazione Esther emigra in Palestina, ma nel 1960 insieme al marito e ai figli Edna e Joram lascia Israele e torna in Germania. Qui dagli anni Ottanta esibisce in varie formazioni musicali, un repertorio internazionale di canti della Resistenza, sulla deportazione e canti pacifisti. Il libro La ragazza con la fisarmonica, ripercorre la storia della sua vita, attraverso le sue memorie autobiografiche, completate da una lunga intervista. Nel documentario Esther che suonava la fisarmonica nell’orchestra di Auschwitz, il racconto di Esther è intervallato da foto e filmati presi dall’archivio privato dell’autrice e da altri archivi storici, oltre che da stralci di concerti. Dal 2009 Esther Béjarano canta anche insieme al gruppo rap “Microphone Mafia”, composto anche dal figlio Joram (basso) e dai due Rapper Kutlu Yurtseven e Rosario Pennino, figli di immigrati turchi e italiani.

Martedì 31 marzo, ore 17.00 in sede

31/03/2015
31/03/2015

Istituto di Cultura Italo-Tedesco,

Via dei Borromeo 16, 35137 Padova

Libero

Consultare il sito www.icit.it

oppure telefonare al numero 049 663424 / 049 663232

o scrivere all'indirizzo e-mail info@icit.it