Strumenti personali

« padovanet.it   Tu sei qui: Home Notizie dall'associazione... ISTITUTO DI CULTURA ITALO TEDESCO Manifestazioni Viaggio in Germania e Svizzera 12/04/15 – 19/04/15
Dall'associazione...
 

Viaggio in Germania e Svizzera 12/04/15 – 19/04/15

Viaggio

1° Giorno (domenica: 12/04/2015): Padova-Friburgo

7.30 Partenza da Padova, Largo Europa       

Sosta in autostrada per il pranzo individuale al ristorante Marché Bellinzona North

Arrivo a Friburgo in serata e sistemazione in hotel:

  

2° Giorno (lunedì: 13/04/2015): Friburgo

9:00 Visita guidata della città

Pranzo individuale e pomeriggio a disposizione dei partecipanti.

Friburgo (Freiburg im Breisgau, 215.000 abitanti) è la principale città della Foresta Nera, l’itinerario turistico più noto e pittoresco della regione Baden-Württemberg e tra i più visitati della Germania. Il monumento che per maestosità e bellezza attira maggiormente il visitatore è il Münster, la Cattedrale 

gotica con l'imponente campanile alto 116 metri, terminato intorno al 1330.

Nella piazza antistante si svolge dal lunedì al sabato il mercato dei contadini e degli artigiani e si trova un'altra attrazione della città, il Kaufhaus. Realizzato tra il 1520 e il 1532, questo edificio era destinato ai commercianti che lo usavano come deposito per il sale e il vino. La facciata rossa, rimaneggiata nell'Ottocento e all'inizio del Novecento, è stata arricchita dallo scultore Hans Sixt von Staufen da un insieme di stemmi e personaggi per omaggiare la Casata degli Asburgo. Dal 1947 al 1951 il Kaufhaus ha ospitato il Parlamento regionale del Baden (il Baden-Württemberg nascerà nel 1952 con Stoccarda capoluogo).

La visita di Friburgo prosegue col vecchio Municipio, realizzato tra il 1557 e il 1559 e attuale sede dell'Ufficio del Turismo. Il nuovo Municipio venne invece edificato tra il 1896 e il 1901 collegando e trasformando due edifici rinascimentali che per lungo tempo avevano ospitato gli uffici amministrativi dell’Università, fondata nel 1457 e ancora oggi importante istituzione della città (oltre 20.000 studenti). Dalla torretta della nuova ala centrale risuona 

ogni giorno alle 12 un carillon.

Dell'antica cinta muraria e delle relative porte di accesso, sono sopravvissute ai giorni nostri la porta superiore o degli Svevi (Schwabentor), la porta di San Martino (Martinstor), risalente al XIII secolo, periodo in cui Friburgo si dotò delle sue prime mura di cinta e la Breisacher Tor: l’edificio all’angolo tra la Rempartstraße e la Gartenstraße è l’unica struttura rimasta a testimonianza delle fortificazioni barocche erette sotto l’occupazione francese a partire dal 1677. Nella Franziskanerstraße si trova la Haus zum Walfisch (Casa della balena, 1516), dove soggiornò Erasmo da Rotterdam dal 1529 al 1531.

Passeggiando nelle vie del centro storico si notano i Bächle, degli stretti canali dove scorre l'acqua. Erano stati concepiti originariamente per l’approvvigionamento idrico e per mantenere pulita la città. Oggi servono a creare una piacevole atmosfera e sono amati da grandi e piccoli. Una leggenda popolare racconta che chi mette inavvertitamente un piede in uno dei Bächle è destinato a tornare a Friburgo.

 

3° Giorno (martedì: 14/04/2015): Heidelberg - Colonia

8.45 partenza da Friburgo

11.30 Arrivo a Heidelberg e visita della città

Dopo il pranzo ripresa del viaggio per Colonia.

Heidelberg è davvero una città dai paesaggi incantevoli: sorge sulle rive del fiume Neckar, ai piedi del suo storico castello ed è circondata dai boschi e dalle colline del Baden Wurttemberg. Heidelberg è la sede della più antica università tedesca, fondata nel 1386 da Ruprecht I, e di altri prestigiosi centri culturali e scientifici a livello internazionale. Nell’Ottocento l’università diede prestigio alla città e la presenza di poeti, scrittori, pittori e filosofi fece di Heidelberg un centro del romanticismo tedesco. Oggi l’atmosfera è in continuo fermento grazie alla presenza dei giovani studenti e alle numerose attività culturali che vi si svolgono. Per scoprire gli angoli più suggestivi del centro storico, si passeggia per le strette vie fino ad arrivare al Rathaus del 1700, alla Haus zum Ritter (casa Ritter), alla Jesuitenkirche (chiesa dei Gesuiti) e, infine, al Karl-Theodor-Brucke, il ponte dal quale si può ammirare un panorama meraviglioso.

In serata arrivo a Colonia e sistemazione in hotel.

 

4° Giorno (mercoledì: 15/04/2015): Colonia

9:00 visita guidata della città e del Duomo. Pranzo individuale e pomeriggio libero.

Colonia è la quarta città più grande della Germania, capitale economica e culturale della Renania e città chiave della regione del Nord Reno-Vestfalia. La sua area metropolitana raggiunge oltre 10 milioni di abitanti, fattore che ne fa una delle maggiori metropoli europee. Venne fondata dai Romani, intorno al 30 a.C. e per questo è anche una delle città più antiche d'Europa. Sono davvero tanti gli attributi di questo esteso centro urbano del fiume Reno: un importante architettura, una vivace attività economica, una grande passione culturale, un efficiente interscambio sociale, una continua caparbietà e ottimismo (come quelli dimostrati nella ricostruzione post-bellica).

L’imponente Duomo di Colonia, che ogni giorno viene visitato da circa 20.000 persone, è ufficialmente noto come Hohe Domkirche St. Peter und Maria. E’ la più grande cattedrale gotica della Germania, centro spirituale e geografico di Colonia e certamente una delle più belle chiese del mondo.

La sua mole e la sua architettura sono grandiose: da qualsiasi parte la si ammiri, all'ombra delle sue due guglie gemelle o da qualsiasi punto panoramico, il suo senso di permanenza eterna è tangibile e più che reale. Nonostante sia stata ripetutamente colpita dai bombardamenti aerei durante la guerra, la sua struttura rimase inalterata, indistruttibile nel mezzo di una città rasa quasi completamente al suolo. L'UNESCO che l’ha inserita nella lista del patrimonio dell'umanità sin dal 1996, l'ha definita come una “opera geniale di creatività umana”. Secondo la tradizione, al suo interno, sono custodite le reliquie dei Re Magi.

A parte la cattedrale, tutto il centro storico di Colonia (Innenstadt) è molto caratteristico: sono pittoresche le sue case colorate, addossate le une alle altre, le sue antiche strade originariamente tracciate in tempi romani e medievali, i suoi edifici più rappresentativi. Qui si trovano il rinascimentale Municipio (Rathaus), situato sulla Hohe Strasse (la maggiore via 

dello shopping a Colonia) e la lunga lista delle famose dodici chiese romaniche di Colonia, tutte dedicate al culto cattolico (le più antiche originarie del IV secolo, la più recente del XI secolo). Le troviamo poco distanti l'una dall'altra, tutte tra le aree storiche di Alstadt Sud e Alstadt Nord. La splendida Groß Sankt Martin si affaccia sul lungofiume, poco lontana dal Municipio, risale al X secolo e ospita dei resti d'epoca romana rinvenuti nella sua cripta. In quella di Sankt Andreas, sempre del X secolo, è invece custodito un sarcofago romano del III secolo, che si dice contenga i resti di Sant’Alberto. La Basilica di St. Aposteln è una delle più interessanti nella regione del Reno (situata lungo l'affollata piazza Neumarkt), così come lo è anche la chiesa di San Gereone, del IV secolo, che a suo tempo divenne l'edificio cristiano con la più grande cupola d'Occidente, insieme al Duomo di Firenze e alla basilica di Santa Sofia di Istanbul (allora Costantinopoli) prima che diventasse moschea nel 1453.

 

5° Giorno (giovedì: 16/04/2015): Aquisgrana

8.30 partenza per Aquisgrana (76,7 km)

10.00 visita guidata della città

Aquisgrana (Aachen) si trova vicino al confine con il Belgio e con i Paesi Bassi. Fu sede della corte di Carlo Magno, che vi fece costruire la celebre Cattedrale, dichiarata dall'UNESCO Patrimonio dell'umanità.

La città fu fondata dai romani nel 150 d.C. (con il nome Aquae Granni) per sfruttare le sue fonti termali e divenne importante sotto Carlo Magno che, nel 794, la scelse come sede della sua corte dove tenne anche le diete imperiali. Anche la costruzione del duomo, dove vennero incoronati gli imperatori tedeschi, fu voluta da Carlo Magno. La famosa "Cappella palatina" nel duomo contiene il trono e il sarcofago di Carlo Magno. Il Duomo e il Municipio gotico del '300 rappresentano il cuore del centro storico.

Aachen è anche un centro industriale e congressuale; particolarmente importante è l'industria tessile (il 20% degli articoli di lana prodotti in Germania proviene da Aachen).

Dopo il pranzo individuale rientro a Colonia e resto del pomeriggio libero.

 

6° Giorno (venerdì: 17/04/2015): Treviri - Basilea 

9.00 partenza per Treviri 

11.00 visita guidata della città

Treviri (Trier), fondata dai romani nel 16 a.C., è situata sulla Mosel (Mosella), vicina al confine con il Lussemburgo. La città è sotto la tutela dell'UNESCO come bene inalienabile dell'umanità. È al centro di una delle zone più importanti di viticoltura della Germania ed è un'importante sede universitaria.

Una passeggiata attraverso la città di Trier è una passeggiata attraverso i secoli: numerose sono le testimonianze dell'epoca romana, prima di tutto naturalmente la magnifica Porta Nigra, ma si incontra anche il medioevo: ci sono chiese in stile romano come l'imponente duomo, ma anche testimonianze dell'arte gotica (la Liebfrauenkirche), si vedono palazzi rinascimentali e case in stile barocco e, infine, il castello dei vescovi-principi elettori, espressione dell'arte rococò.

Dopo il pranzo individuale, partenza per Basilea

In serata arrivo a Basilea e sistemazione in hotel.

 

7° Giorno (sabato: 18/04/2015): Basilea 

9.00 visita guidata di Basilea

 Basilea è la città universitaria più antica della Svizzera. La grande Piazza del Mercato, il suo Municipio in pietra arenaria rossa riccamente decorato e la cattedrale in stile tardo romano e gotico costituiscono i simboli storici della città. Durante una passeggiata nel centro storico si possono scoprire interessanti negozietti, antiche librerie, ma anche negozi dal design moderno ed il «Läckerli Huus», 

dove si possono provare i tradizionali dolci al miele.

Basilea sa essere attaccata alle sue tradizioni e aperta al tempo stesso; un carattere che è confermato dai numerosi immobili moderni progettati da architetti di fama mondiale come Herzog & de Meuron, Mario Botta, Diener & Diener o Richard Meyer.

Pranzo individuale e resto della giornata a disposizione dei partecipanti.

 

8° Giorno (domenica: 19/04/2015): Le cascate del Reno - Padova 

9.00 Partenza da Basilea

11.00 Sosta alle cascate del Reno (Rheinfall) per il pranzo.

 Le più grandi cascate d'Europa si trovano in Svizzera: le Cascate del Reno di Sciaffusa affascinano i visitatori con le loro acque impetuose e offrono uno spettacolo grandioso: con un'ampiezza di 150 metri e un'altezza di 23 metri, d'estate si 

infrangono sulle rocce 600 m³ di acqua al secondo.

Più di 15.000 anni fa, il Reno fu deviato in un nuovo letto da movimenti tettonici dell'era glaciale. Le Cascate del Reno si sono originate nel punto in cui il pietrisco friabile si sostituisce al calcare compatto.

Le cascate sono sovrastate da due castelli, il castello di Wörth e il castello di Laufen. Il castello di Wörth (dove pranzeremo) si trova proprio di fronte alle cascate, sulla sponda settentrionale del Reno.

Il castello viene menzionato per la prima volta in documenti risalenti al 13 secolo e deve il 

suo nome alla sua ubicazione su una piccola isola, un tempo conosciuta con il nome di “Werd”. Fino al XIX secolo il castello era un importante punto di trasbordo sulla rotta che collegava il Lago di Costanza a Basilea. Il castello di Laufen si trova, invece, sulla sponda meridionale e vanta una storia di oltre 1000 anni. Il castello è stato sottoposto ad un'intensa opera di restauro ed è stato riaperto nel 2010. Al suo interno è visitabile “Historama”, la mostra interattiva sulle cascate del Reno. 

Dopo il pranzo, partenza per il rientro a Padova, previsto in serata.

 

12/04/15 – 19/04/15

12/04/2015
19/04/2015

Germania e Svizzera

A pagamento

Informazioni utili

 

Iscrizioni a partire dal 27 gennaio 2015

Costi: quota associativa di € 30 (per chi non fosse già iscritto all’Istituto) + quota viaggio:

- in stanza doppia: € 995,00 per persona

- in stanza singola: € 1.270,00 per persona

 

La quota di partecipazione comprende:

Tutti i trasferimenti in pullman gran turismo previsti nel programma.

Pernottamenti con prima colazione a buffet in hotel.

Tutte le visite guidate e gli ingressi indicati nel programma.

Assicurazione medica e bagaglio.

Assicurazione annullamento viaggio.

 

La quota non comprende:

Pranzi e cene.

Ingressi a musei e visite non indicati nel programma o indicati come facoltativi.

Altre spese non previste dal programma del viaggio.

 

Pagamento: acconto all’atto dell’iscrizione di € 500 + quota associativa € 30 (per chi non fosse già iscritto all’Istituto). Saldo entro il 28 febbraio 2015

 

I posti in pullman saranno assegnati in base all’ordine cronologico di iscrizione.

Documenti: Carta d'Identità valida per l'espatrio. Tessera sanitaria elettronica.

 

Nota: per motivi organizzativi il programma potrebbe subire modifiche o integrazioni.

 

Per informazioni: Tel. 049 66 34 24 - Tel. e Fax 049 66 32 32

e-mail: info@icit.it - www.icit.it